Mi chiamo Daniele e ho 30 anni. Sono nato e cresciuto in una famiglia cattolica non particolarmente praticante. La mia vita è stata sempre caratterizzata da una forte passione per il calcio che all’età di 13 anni mi ha spinto a trasferirmi in un’altra città per seguire il mio sogno: diventare un calciatore professionista.

In adolescenza ho scoperto e approfondito un’altra passione , la discoteca, dove ho anche lavorato per diversi anni come vocalist. Vivevo una vita invidiabile tra campi di calcio professionistico, discoteche e amici.

 

Avvertivo però come un peso sul cuore che spesso mi tormentava e non mi permetteva di godere del tutto la mia vita! Oggi so che la mia condotta di vita non era esemplare, ma allora non me ne accorgevo perché , in fondo, vivevo la vita “normale” di tanti altri ragazzi tra serate, alcool e donne! All’età di 18 anni tornai a casa per giocare con la squadra della mia città e fu li che Gesù cambiò la mia vita. Quel peso sul cuore non mi abbandonava, quel senso di vuoto mi turbava, mi sentivo morto dentro. Un giorno un compagno di squadra mi parlò di Gesù invitandomi a leggere la Bibbia. Così, un po’ per curiosità e un po’ per bisogno, iniziai a leggere.
Più leggevo e più avevo “fame” di conoscere.  Spesso ci riunivamo nei ritiri pre-partita in camera di quel mio amico per leggere alcune parti della Bibbia.

 

Questo compagno di squadra era più grande di me e nonostante avesse alle spalle una notevole carriera calcistica, si prendeva cura di me e di altri ragazzi giovani della squadra. Dopo un po’ di tempo accadde qualcosa di straordinario. Un giorno, nella mia cameretta, pregai Dio, ammisi che stavo vivendo nel modo sbagliato, confessai il mio peccato e gli chiesi di essere perdonato. Quel giorno iniziai una relazione personale con Dio. Mi sentii alleggerito e perdonati ed ebbi questa certezza: la mia vita non sarebbe stata più la stessa!
Ed effettivamente così è stato: finalmente al mattino mi svegliavo con un desiderio nuovo di vita.

Ho scoperto la vera vita grazie a Gesù e voglio fare ciò che il mio compagno di squadra fece per me: permettere ad altri di conoscere Gesù. Gioco a calcio, anche se in serie minori, ma sono contento perché posso parlare di Gesù come “atleta di Cristo” (movimento di cui faccio parte).

 

Come me, spero che anche tu possa conoscere la lunghezza, la larghezza, l’altezza e la profondità dell’amore di Gesù, e che il Suo amore cambi il tuo cuore come ha cambiato il mio!

 

 

Daniele Avantaggiato

Category

© 2019 Chiesa Galed - Fabyweb

Seguici su: